ULTIMI ARTICOLI

Valorizzare i civili della difesa!

Un obiettivo arduo, per cui vi chiedo sostegno soprattutto nel corso di questa prima fase di consultazione pubblica. Sono al termine del mio percorso...

Verso un intergruppo d’amicizia tra Italia e San Marino

In queste ore sto raccogliendo le adesioni dei miei colleghi e colleghe in Parlamento per dare avvio a un Intergruppo parlamentare d’amicizia tra l’Italia e la Repubblica di San Marino

I Balcani occidentali nell’Ue?

La chiave interpretativa per comprendere l’azione politica esercitata a livello europeo sui Balcani occidentali è probabilmente una sola, ed è la medesima che abbiamo proposto in altri scenari, quello relativo alla guerra in Ucraina e quello che riguarda la riproposizione del ruolo italiano nel Mediterraneo. L’Europa dovrebbe avere tutto l’interesse a sopire le varie instabilità ancora esistenti per evitare che a entrare nella partita siano altri Paesi

Taiwan: punto di equilibrio tra USA e Cina?

Gli Usa si schiererebbero al fianco di Taiwan in caso di attacco da parte della Cina. Le ultime dichiarazioni del presidente americano, Joe Biden, hanno prepotentemente riacceso i riflettori su un dossier lungo decenni

Uno sguardo sull’Africa orientale: il Sudan e il Sud Sudan

Gli sbarchi di queste ultime ore ci portano naturalmente a rivolgere il nostro sguardo verso l’Africa, che - come vi ho anche scritto negli scorsi giorni - sta particolarmente soffrendo a causa della guerra in Ucraina. L’approvvigionamento alimentare non è però l’unico fattore di instabilità, in molte aree del continente africano imperversano guerre etniche, civili, golpi militari, processi di transizione democratica bloccati, pressioni di Paesi terzi. È il caso ad esempio del Sudan e del Sud Sudan...

In Africa il pane è il termometro della stabilità

In Egitto il pane sovvenzionato, insieme ad altri servizi e beni forniti dallo Stato, è il termometro che misura la sua stabilitá sociale e politica. Il blocco dell’export di grano in Ucraina quali conseguenze potrebbe avere?

La strategia mediterranea turca parte dalla Libia

La richiesta di sostegno da parte di Mario Draghi sul dossier libico è una scelta che guarda lontano e che fa anche il paio con l’impegno della Francia di Macron nel conflitto in Ucraina, dove il presidente francese ci tiene che l’Europa sia garante dei negoziati per evitare che lo siano altri, uno fra tutti la Turchia