Utilizzare tutti i fondi a disposizione per l’Afghanistan e i paesi limitrofi è una scelta miope e pericolosa. Il Libano è un paese cruciale per l’Italia e per il suo posizionamento geopolitico nell’area mediterranea. Non possiamo permetterci di dimenticarlo.
Il mio intervento in Aula a seguito dell'informativa del Governo sugli sviluppi in Afghanistan
La crisi israelo-palestinese è periodicamente protagonista nella stampa di tutto il mondo, nonostante sia stata - nel corso degli ultimi decenni - al centro di vari tentativi risolutivi a livello diplomatico. Ad oggi manca una soluzione in grado di essere strutturale e capace di cogliere le esigenze di entrambe le parti coinvolte.
Il 4 agosto ricorre l’anniversario della terribile esplosione avvenuta nel 2020 nel porto di Beirut, un incidente che ha scatenato l’accelerazione della crisi politico-istituzionale in Libano.
La cronaca tarantina di queste ultimi giorni non ci narra solo fatti ma conferma le lacune sociali e culturali a cui la cittadinanza rimane esposta, per questo dico che serve una reale riqualificazione morale
Il 26 luglio 2012 rappresenta l’inizio di una vicenda giudiziaria a cui si è aggiunta nel corso degli anni la politica dei “salva Ilva”, ma è anche l'inizio di un percorso di consapevolezza della cittadinanza
Offro alla vostra attenzione una breve riflessione sulle ragioni che mi hanno spinta ad abbracciare il progetto politico della compagine Insieme.
Ieri sono intervenuta in Aula per la discussione generale e la dichiarazione di voto di Centro Democratico sulla risoluzione in vista dell’imminente Consiglio europeo. Aver posto il tema migratorio all’attenzione dell’Unione europea è stato un ottimo risultato da parte del Governo, perché ha gettato le basi per un nuovo possibile approccio sulla gestione dei flussi...
Una breve riflessione sui contenuti della sentenza di primo grado nell'ambito del processo "Ambiente Svenduto" sull'inquinamento ambientale prodotto dallo stabilimento siderurgico di Taranto.
Il raggiungimento della pace è il sogno, in una situazione di territori intersecati che vede le popolazioni coinvolte oppresse da una “sindrome di accerchiamento” da una parte e dalla perdita della propria dignità umana dall’altra. La mia riflessione sul conflitto israelo-palestinese.

SOCIAL

6,289FansMi piace
1,067FollowerSegui
1,411FollowerSegui
12IscrittiIscriviti

ULTIMI ARTICOLI